domenica 17 marzo 2013

Aiutiamo le volpi!!

Salve a tutte, è da molto tempo che non sono presente in rete, ma il tempo passa velocemente, ed alcune volte non me ne rendo conto. Oggi la mia attenzione, e spero di attirare anche la vostra, è rivolta al SALVATAGGIO DELLE VOLPI A SIENA.
Non ho alcuna intezione di fare la moralista o di farvi cambiare idea sull'acquisto delle pellicce ed altro, ma vi voglio informare dell'ASSASSINIO di CUCCIOLI di VOLPE, che dal 1° aprile al 31 luglio avverrà sotto la denominazione di " attività di controllo della volpe in zona".
Come avverrà?
Piccoli cuccioli appena nati verranno sbranati da cani addestrati ad entrare nelle tane, e coloro che riusciranno sfuggire da questa morte atroce, saranno impallinati da cacciatori appostati fuori dalle tane stesse.
E' possibile che non estista nessun altro modo per allontanarli?
Nè dubito!!!
Se volete saperne di più, ecco l'articolo.
Se invece volete aiutarle, e volete partecipare alla Protesta  ecco come fare:

Scriviamo alla Provincia di Siena e al presidente della Regione Toscana:

presidente@provincia.siena.it, gabriele.berni@provincia.siena.it,
annamaria.betti@provincia.siena.it, marmugi@provincia.siena.it,
bianchi@provincia.siena.it, bianchi@provincia.siena.it,
serena.signorini@provincia.siena.it, viviani@provincia.siena.it,
saletti@provincia.siena.it, palazzi_l@provincia.siena.it,
fazzi@provincia.siena.it, enrico.rossi@regione.toscana.it

oppure, col ";" come separatore:

presidente@provincia.siena.it; gabriele.berni@provincia.siena.it;
annamaria.betti@provincia.siena.it; marmugi@provincia.siena.it;
bianchi@provincia.siena.it; bianchi@provincia.siena.it;
serena.signorini@provincia.siena.it; viviani@provincia.siena.it;
saletti@provincia.siena.it; palazzi_l@provincia.siena.it;
fazzi@provincia.siena.it; enrico.rossi@regione.toscana.it


Messaggio-tipo, che potete personalizzare, ma senza inserire insulti:

---------------------

Alla Provincia di Siena
Alla Presidenza della Regione Toscana

Scrivo per unirmi alla protesta di tante persone da tutta Italia, contro
la decisione di sterminare le volpi con la cosiddetta "caccia in tana".
La caccia è sempre una pratica violenta e vergognosa, ma ancora più
crudele è questa modalità e ancora più vergognoso è il fatto ce sia
approvata dalle istituzioni, all'unico scopo di fare un regalo ai
cacciatori.
I cacciatori stessi fanno i censimenti, per determinare che le volpi
"sono troppe". Perché dovremmo crederci? Per loro sono troppe perché si
nutrono di quegli animali selvatici che i cacciatori amano usare come
bersaglio per divertirsi ("selvatici" che a volte sono invece domestici,
allevati appositamente per fare da bersaglio ai cacciatori).
Non esiste mai necessità di usare la violenza per risolvere una
eventuale sovrapopolazione, ed è anche difficile che esista una
sovrapopolazione tra gli animali selvatici, perché le popolazioni
selvatiche autoregolano il loro numero.
Questo sterminio di cuccioli e genitori direttamente nella loro tana è
particolarmente rivoltante e condannabile.

Chiediamo alle istituzioni di annullare il provvedimento, cui la
maggioranza degli italiani è contraria. Le istituzioni devono
rappresentare la maggioranza delle persone, non un 1% di persone, i
cacciatori, che provano piacere nell'infliggere sofferenza a esseri
indifesi e nell'ucciderli.

In attesa di riscontro, porgo distinti saluti,
... nome cognome ...